closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Bergamo Film Meeting, il cinema come spazio di resistenza

Festival. Un cartellone di qualità per il ritorno anche se online della storica manifestazione cresciuta nella città più colpita dalla pandemia. Sette film in gara, 14 documentari, omaggi a Mia Hansen Love e Joao Nicolau

La regista Mia Hansen Love

La regista Mia Hansen Love

Sono tosti i bergamaschi. Tosti e indomabili. Pur avendo attraversato uno dei momenti più tragici dell’intera storia guardano avanti e non si lasciano prendere dall’emozione, si limitano a dire che «Quando ci siamo messi al lavoro per organizzare la 39a edizione di Bergamo Film Meeting, immaginavamo uno scenario diverso da quello attuale. Pensavamo, infatti, a un’edizione ibrida, che potesse svolgersi parte online e parte in presenza. Non mettevamo in conto un’apertura completa, ma che si potesse almeno entrare in sala, seppure con i posti contingentati. Questo ci avrebbe permesso di mantenere vivi alcuni ’passaggi’ che riteniamo fondamentali e congeniti alla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi