closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Benzine», i sogni di migrazione e la ferocia detentiva dei Cpr

Cinema. Il dolore di chi parte e di chi resta nell’opera prima della tunisina Abidi

Una scena di «Benzine»

Una scena di «Benzine»

I sogni del legittimo migrare che troppo spesso si trasformano in tragedie illegittime di cui sono responsabili tanto la manovalanza dei trafficanti di persone quanto le leggi disumane adottate dai paesi coinvolti; il partire doloroso per il distacco ma colmo di speranza e l’infrangersi di queste speranze nel corso di una traversata per mare (come in questo caso, dalla Tunisia all’Italia) o per terra; l’assenza di notizie da parte di coloro che hanno affrontato il viaggio e l’incubo nel quale sprofondano le famiglie la cui quotidianità diventa un’attesa senza fine. Sono elementi che il cinema «delle migrazioni» ha descritto a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.