closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Benvegnù canta l’amore ai tempi del post capitalismo

Musica. Si intitola «Earth Hotel» l’album con dodici inediti dell'ex Scisma. Ma c'è poco zucchero e rime struggenti, piuttosto una declinazione su vari stati animo

Paolo Benvegnù

Paolo Benvegnù

A Paolo Benvegnù piace indagare. Tre anni fa con Hermann affrontava un ambizioso escursus sul tema dell'uomo, parlando di evoluzione e più spesso di involuzione. Ora in Earth Hotel (Woodworn/Audioglobe) indaga sull’amore e dintorni. Ma c'è poco zucchero e rime struggenti nelle dodici nuove composizioni dell'ex Scisma, piuttosto una declinazione su vari stati animo, sotto vari punti di vista e in luoghi dove esso si espande e si consuma. «Racconto – spiega il musicista toscano - di ogni tipo di amore. È la prima volta che parlo di sentimenti in passato ho sempre avuto paura di andare in profondità. Quanto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi