closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Beni culturali, quando l’austerità divora anche lo sponsor

Federculture. Presentato al Senato il decimo rapporto annuale. La prossima legge di stabilità rischia di minare alla base la governance pubblico-privata. Il teatro è il settore che se la passa peggio, mentre le famiglie, non «aiutate», tagliano il consumo culturale

L'ermafrodito dormiente, Galleria Borghese, Roma

L'ermafrodito dormiente, Galleria Borghese, Roma

Il culto del marchio «Made in Italy» è inversamente proporzionale alla realtà dell’istruzione, della produzione culturale e del finanziamento pubblico alla cultura in Italia. Tanto più è forte l’evocazione del primo, legato ad esempio all’enogastronomia «chic» e «slow» o alla mitologia delle start up tecnologiche o ad una generica «imprenditoria giovanile», tanto più forti sono le conseguenze dei tagli ai fondi pubblici. L’evocazione del capitale simbolico cancella gli effetti reali della crisi, ma non una contraddizione di fondo che nell’era renziana si è fatta ancora più potente. Anche perché, come ha fatto notare ieri al Senato il presidente di Federculture...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.