closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Bene la cittadinanza italiana. Ma non sia un alibi

Patrick Zaki. Questa iniziativa non può risolvere da sola il problema della sua detenzione arbitraria e neppure quello del ruolo dell’Italia nel porvi fine. Il fatto che la vittima fosse cittadino italiano non ha impedito all’Egitto di ignorare platealmente le richieste di verità e giustizia sulla morte di Giulio Regeni

La proposta di attribuire la cittadinanza italiana a Patrick Zaki è un bel gesto politico. Non sarà facile darvi seguito. Immagino, se non altro, che si debba chiedere a Patrick (a chi per lui?) se accetta l’offerta, se dà il suo consenso … dal momento che la cittadinanza italiana non può essergli imposta. Ciò detto, è chiaro che questa iniziativa non può risolvere da sola il problema della sua detenzione arbitraria e neppure quello del ruolo dell’Italia nel porvi fine. Il fatto che la vittima fosse cittadino italiano non ha impedito all’Egitto di ignorare platealmente le richieste di verità e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi