closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Béla Tarr, tutto già detto

Incontro. Il regista ungherese viene premiato in Italia e si racconta

Il 29 giugno alle ore 18 Alma (Associazione Libera Marchigiana Animatori) assegnerà il «Premio Alma» a Béla Tarr, il regista ungherese maestro del cinema, autore di film dallo stile unico, tratti dai romanzi di Laszlo Kraznahorkai, «Satantango» (1994), «Le armonie di Weeckmeister» (2000), «L'uomo di Londra» (2007) da Simenon presentato in concorso a Cannes, «Il cavallo di Torino» (2011) da un episodio della vita di Friedrich Nietzsche, Orso d’argento gran premio della giuria alla Berlinale. Co-regista dei suoi film è la moglie Agnes Hranitzky. Pubblichiamo qui (per gentile concessione) un estratto dell'intervista condotta per Alma da Giulia Marcolini e Stefano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.