closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Bayer e Monsanto, unione nefasta

Scienza&business. Nonostante i primi passi negativi e l'offerta giudicata insufficiente, prosegue la trattativa per l’acquisizione della multinazionale di St. Louis da parte dell'azienda chimico farmaceutica tedesca

Illustrazione di Benjamin Karis-Nix

Illustrazione di Benjamin Karis-Nix

La società statunitense Monsanto ha rifiutato la proposta di acquisizione da parte del colosso tedesco Bayer, ma non chiude le porte a ulteriori trattative. Nonostante i 62 miliardi di dollari messi sul piatto dalla società di Leverkusen rappresentino la più elevata offerta di acquisto della storia, il consiglio di amministrazione Monsanto l’ha giudicata insufficiente ma si è dichiarato disponibile a ulteriori negoziati. Secondo gli analisti finanziari, un ritocco verso l’alto del 10% potrebbe bastare per un accordo. Ma per molti osservatori e Ong, si tratterebbe di una fusione pericolosa per la concentrazione di potere che si verrebbe a creare. Tra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.