closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Battaglia nel sud della Libia, i ribelli del Ciad accusano Haftar. E Parigi

Altro che "stabilità". Il generale della Cirenaica si riprende la scena. Il Fact denuncia: "Attaccati dalle milizie sue alleate e dai mercenari sudanesi. Con la supervisione delle truppe francesi". E il governo di unità scricchiola

Khalifa Haftar

Khalifa Haftar

Al peggio non c’è mai fine in Libia. L’ultimo triste capitolo di violenze nel Paese si è registrato ieri nei pressi di Sebha (a sud del Paese) tra il gruppo ribelle ciadiano Fact (Fronte per l’alternanza e la concordia del Ciad) e la Brigata Tariq bin Ziyad (legata al generale cirenaico Khalifa Haftar). Secondo il Fact, la Bin Ziyad li avrebbe attaccati al confine tra i due stati con il sostegno delle milizie mercenarie sudanesi e con la supervisione delle forze speciali dell’esercito francese stanziate in Libia con l’obiettivo (non raggiunto) di catturare il loro leader Mahmat Mahdi Ali. In...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.