closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Basta una multa, 911 bambini separati dai genitori migranti

Stati uniti. In un solo mese quasi mille casi dopo la sentenza della corte che chiedeva di ridurli. Le separazioni familiari iniziate nella primavera del 2018: è la politica della «tolleranza zero» di Trump

Sulla barriera di metallo tra Stati uniti e Messico

Sulla barriera di metallo tra Stati uniti e Messico

L’American Civil Liberties Union (Aclu) ha dichiarato che oltre 900 bambini migranti, di cui molti sotto i cinque anni, sono stati separati dalle loro famiglie al confine tra Stati uniti e Messico da quando, lo scorso giugno, un giudice aveva ordinato di ridurre drasticamente la pratica voluta dall’amministrazione Trump. Ma le separazioni delle famiglie negli ultimi mesi invece che diminuire sono state imposte con frequenza ancora maggiore, in molti casi «giustificate» da reati relativamente lievi nel passato dei genitori, come il taccheggio o l’aver preso una multa. A causa di queste motivazioni pretestuose, Aclu ha chiesto al giudice di chiarire...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.