closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Bassolino, 22 anni dopo

Napoli. La nuova sfida interna di un ex apparatnik diventato avversario del partito. Tra nostalgia e scaramanzia.

Antonio Bassolino

Antonio Bassolino

Antonio Bassolino prende sul serio la superstizione. Ha scelto il 21 novembre per ufficializzare il suo rientro, già abbondantemente annunciato. Il 21 novembre di 22 anni fa vinse il primo turno delle comunali (con il 41%) preparandosi a vincere anche il ballottaggio (contro Alessandra Mussolini) due settimane dopo. È interessante confrontare il modo in cui la notizia della candidatura è stata data. Ieri con un tweet di due parole del sessantottenne ex sindaco, assiduo frequentatore dei social: «Mi candido». Ventidue anni fa con un comunicato del «Comitato di reggenza della federazione napoletana del Pds» (il «reggente» era lui stesso) che,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi