closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Barthes, erotica del segno

Centenari. Libero perché neutro, lo spazio della letteratura è per Barthes luogo del desiderio, erotico, trasgressivo, anche quando la violenza del testo nega la delicatezza del tratto

Se per soddisfare l’ansia di bilanci dettata dal rituale di ogni centenario – quello della nascita di Roland Barthes cade fra pochi giorni, il 12 novembre – si ricorresse all’evidenza spiccia del mercato librario italiano, la risposta risulterebbe inappellabile. Invecchiano bene i Miti d’oggi (del 1957), cronaca frammentaria, ma di insuperata lucidità e forza corrosiva, di quella modernizzazione postbellica da cui ancora discende il nostro presente. Viva è anche la cosiddetta trilogia letteraria, composta dal bricolage autobiografico del Barthes di Roland Barthes (del 1975), dai Frammenti di un discorso amoroso (del 1977), e soprattutto dalla Camera chiara, il libro folgorante...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.