closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Bangui prima di Roma

L'oro bianco. Come salvare il grande lago Chad: negli anni ’60 di 25mila km quadrati, oggi ridotto a 2500. I paesi che condividono il lago e la Repubblica Centroafricana lavorano insieme per evitare il rischio della sua scomparsa

Lago Chad

Lago Chad

L’annuncio che il Papa Francesco darà inizio al Giubileo, domani, alcuni giorni prima che a Roma, aprendo la «Porta Santa» della Cattedrale di Bangui, nella Repubblica Centrafricana, nell’ombelico del Continente Nero, sta portando all’attenzione mondiale questo quasi sconosciuto paese. Al suo arrivo a Bangui il Papa sarà accolto dal presidente di transizione, una donna, Catherine Samba-Panza, laureata in legge nell’Università di Parigi II. La Repubblica Centrafricana ha una superficie doppia di quella dell’Italia e una popolazione di poco meno di 5 milioni di abitanti, in rapida crescita, la cui principale fonte di reddito, oltre all’agricoltura, è l’esportazione di diamanti e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi