closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Baco, un programma interattivo per amico

Narrativa. Una famiglia «ad alta conduzione domotica» nel romanzo di Giacomo Sartori, pubblicato da Exòrma, che prende il nome dal verme reale e informatico

Baco» è una parola strana, con vari significati, tutti abbastanza condivisi ma non sempre integrabili. Su questa oscillazione, Giacomo Sartori organizza un bel racconto che dura tre stagioni e sfiora gli ottocento metri lineari (Baco, Exorma, pp.331, euro 16,50). A parte il piccolo insetto che si trasforma in crisalide, poi in farfalla, e gli altri tipi di vermi e larve di insetti che guastano i frutti, la parola «baco» indica un difetto nel funzionamento di un qualche dispositivo: mente bacata, discorso bacato, programma o progetto bacato, e così via; cioè allude alla presenza di un qualche attore alieno che agisce...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.