closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Babylon Berlin, le generazioni del Muro

L'iniziativa a Roma l'11 novembre. Un confronto sull'89 e sui diversi muri nati da quel crollo. E su come abbatterli

Fu un terremoto di gioia, festeggiamenti e colpi di piccone. Ma come tutti i fatti storici e politici, sono le angolature a fare la differenza. Per molti, dalla parte perdente del muro, arrivò la scossa che pose fine a un’epoca. Il Muro cadde a furor di popolo e la sinistra, in tutte le sue accezioni, faticò a capire la potenza di quel furore capace di destabilizzare un sistema fondato sul controllo e la paura. Eppure, per i più, nei comunismi d’Occidente, il Muro era caduto da tempo: era caduto nella coscienza profonda dei militanti e dei dirigenti di quegli stessi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.