closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Avellino, il pullman era un ferrovecchio

Tragedia di Monteforte irpino. Il mezzo di trasporto avrebbe ceduto pezzi prima dell’impatto. Il bus Granturismo era del 1995 e aveva percorso quasi un milione di chilometri. Revisionato 4 mesi fa, era stato ritenuto «idoneo per la circolazione»

Sono cominciati ieri presso la procura di Avellino gli interrogatori per cercare di definire la dinamica dell’incidente che domenica sera ha ucciso 38 persone sull’autostrada A16, nei pressi di Monteforte Irpino. Omicidio colposo plurimo e disastro colposo le ipotesi di reato. I primi a varcare il portone sono stati i responsabili di società Autostrade per l’Italia spa e della manutenzione stradale. Tre filoni individuati: le condizioni del pullman granturismo su cui viaggiavano le famiglie in gita a Telese Terme; la tenuta delle barriere laterali, sfondate dall’impatto con il mezzo, poi precipitato nella scarpata per 30 metri; le condizioni dell’autista Ciro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.