closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Attentato in moschea a Dhaka. Site: «Opera di Daesh»

Bangladesh. Secondo Dhaka, l’ondata di attentati che scuote il paese da almeno due anni e che ha colpito intellettuali, progressisti, blogger, cooperanti e missionari, ha a che vedere col processo per crimini di guerra aperto dall’amministrazione dell’Awami League nel 2012

Nella serata di giovedì 26 novembre un gruppo armato ha attaccato una moschea nel distretto di Bogra, a nord di Dhaka. Il luogo di culto, pieno di musulmani sciiti raccolti per la preghiera della sera, è stato teatro dell’ultimo attentato in ordine di tempo in Bangladesh. Unica vittima Mohazem Hossain, 72 anni, muezzin della moschea, che non è sopravvissuto alle ferite da arma da fuoco. Il resto dei fedeli, secondo quanto divulgato dai media locali, è fuori pericolo. La mattina seguente il Site Intelligence Group ha diramato una rivendicazione postata su un account Twitter riconducibile a un’attivista online affiliato a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi