closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Atomic Blonde», una coreografia vintage all’ombra del muro di Berlino

Locarno 70. Nella sezione Piazza Grande l'opera prima dell'ex stuntman David Leitch, protagonista Charlize Theron nei panni di una spia inglese

Cascatore, come si diceva una volta nel gergo cinematografaro, coreografo oggi, dopo la diffusione di massa della rivoluzione cinematografica scatenata da Yuen Woo-ping con Snake in the Eagle’s Shadow e soprattutto Drunken Master. David Leitch, il regista di Atomic Blonde (nelle sale italiane dal 17 agosto) è sia cascatore che coreografo. Uno stuntman. Il suo curriculum si presenta bene: controfigura di Brad Pitt, regista di alcuni segmenti di John Wick e, cosa non ovvia, double per Jean-Claude Van Damme. Insomma, Leitch è uno che al cinema bada al sodo. Atomic Blonde è il primo film che firma come regista, e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.