closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Atlantia dice sì a Cdp: ai Benetton 2,4 miliardi

Autostrade. Dopo 23 anni la società torna sotto il controllo pubblico. Critici i familiari delle vittime del ponte Morandi: è come se avessero ucciso un'altra volta

La sede di Autostrade per l'Italia

La sede di Autostrade per l'Italia

L’assemblea degli azionisti di Atlantia, la holding che controlla Autostrade per l’Italia, ha dato il via libera alla cessione dell'intera quota dell'88,06% al consorzio guidato da Cdp, controllata dal Tesoro, più il fondo Blackstone e gli australiani di Macquaire. La formalizzazione spetta ora al consiglio di amministrazione convocato il 10 giugno. Una decisione che arriva a 10 mesi e mezzo di distanza dall’accordo con il governo Conte che individuava la soluzione di una Aspi pubblica con l’uscita dei Benetton per «sanare» la ferita del crollo del ponte Morandi. Ma l'operazione non va giù ai familiari delle 43 vittime, che -...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi