closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Atenei stranieri, il presidente ungherese Áder firma la legge

Ungheria in piazza. Nel mirino la Central European University, fondata dal magnate George Soros per favorire la diffusione delle idee liberali nella regione. La nuova legge metterebbe la CEU nella condizione di non riuscire più a immatricolare studenti dal primo gennaio del 2018

Il premier ungherese Orbán

Il premier ungherese Orbán

Alla fine il presidente ungherese János Áder ha firmato la legge sulle università straniere in terra magiara. I manifestanti scesi più volte in piazza, da domenica 2 aprile, gli avevano chiesto di non farlo, ma per il capo dello Stato danubiano la legge non è in contrasto con la Costituzione e non lede la libertà accademica. Dopo la firma ha sollecitato il governo di Viktor Orbán ad uno scambio con le istituzioni interessate dal provvedimento, per garantire il rispetto delle nuove regole. Nel mirino la CEU (Central European University), l’università fondata dal magnate americano di origine ungherese George Soros nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi