closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Editoriale

Atene non è sola

La campagna. Il manifesto sostiene l’iniziativa «io rinuncio al mio credito» e invita tutti i lettori a sottoscrivere la lettera, a riprodurla e a moltiplicarla. Diciamo forte e chiaro: Atene non è sola

La lettera «io rinuncio al mio credito greco», è una piccola-grande risposta all’agguato di Ue e Fmi contro il governo di Syriza guidato da Tsipras. È il momento più difficile per il nuovo esecutivo di Atene, democraticamente eletto solo 5 mesi fa dopo il disastro della destra e della Trojka che ha portato alla crisi umanitaria.

Ora Tsipras ha presentato un piano contro l’asfissia finanziaria. Ma l’Ue, con rapido voltafaccia, dice ancora no: chiede il taglio delle pensioni e meno tasse alle imprese.

Insomma, torna la «vecchia» lotta di classe.

Il manifesto sostiene l’iniziativa «io rinuncio al mio credito» e invita tutti i lettori a sottoscrivere la lettera, a riprodurla e a moltiplicarla.

Diciamo forte e chiaro: Atene non è sola.

Inviate le vostre lettere a:

Ufficio di segreteria del Consiglio dei Ministri uscm@palazzochigi.it

(e se volete, per conoscenza, a comitati@listatsipras.eu e lettere@ilmanifesto.it)

  • ΚΥΡΙΑΚΟΣ

    ERO PROFESSORE A TRIESTE PER 29 ANNI…..NON HO CREATO NESSUN DEBITO A NESSUNO….E CON NESSUNO….!!ORA SONO IN GRECIA E SAPPIATE UNA COSA …PER FARE TURISMO SIETE BENVENUTI…..PER FARE IL CONQUISTATORE VI CONSIGLIO DI ABBANDONARE QUESTA IDEA ……SIAMO NATI PARTIGIANI !!!COME MIO PADRE ,MIA MADRE ,MIA ZIA,I MIEI NONNI…….PIU SOLDATI PORTATE PIU SALME IMPORTATE…LA NOSTRA VITTORIA SARA NON SOLO MILITARE MA ANCHE POLITICA…….!!!!!

  • ΚΥΡΙΑΚΟΣ

    CANCELLATE OGNI TIPO DI DEBITO……E SOGNI D ORO…..

  • Valerio Donato

    L’€ a l’austerita sono la stessa cosa. Non si può rinunciare alla seconda mantenendo il primo.
    Che tristezza vedere un giornale che si professa
    comunista e non capisce nulla di economia.
    E comunque con questa iniziativa siete voi che fate lotta di classe: a favore delle banche tedesche e francesi che abbiamo salvato comprandogli il debito greco che detenevano.

  • paolo

    A spanne :
    40 G€ / 60M italiano= 666 € /italiano
    Se ci facessero un buono? magari spendibile sulle loro isole?
    Noi siamo in 4, magari è la volta buona che facciamo le vacanze in Grecia …

  • googjoob

    Non avete capito o, peggio, fate finta di non capire: sono quindici anni che usano l’euro come strumento di lotta di classe, non ci può essere euro senza austerità!
    Bruxelles non ha alcun interesse a cacciare la Grecia dall’eurozona perché creerebbe un precedente e dimostrerebbe la reversibilità della moneta unica.
    Vi chiamate “Quotidiano comunista” e avete tradito proprio i lavoratori, eppure Gramsci era stato piuttosto chiaro: STUDIATE (CAZZO)!
    Farete la stessa fine de «l’Unità» e ve la sarete meritata tutta…

  • Valerio Donato

    Non sanno chi è Gramsci. Loro conoscono solo Spinelli.

  • Gualberto Cappi

    Ma che ideona brillante!! Perché non dite come si è formato il credito di 40 miliardi, quando il debito greco, all’inizio della crisi, nei nostri confronti era risibile? Continuate a raccontare frottole, che va bene così, finché qualcuno ancora vi paga ,,,

  • ANTONIO

    A POVERACCIO, MI SA CHE LE VACANZE SE NON TE LE PAGHI TE FAI COL CAZZO.