closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Atac, due comitati per il No alla privatizzazione

Referendum Consultivo. A due mesi dal voto promosso dai Radicali formato "Mejo de no", fatto da lavoratori e consiglieri Pd. L’altro sarà fatto da sinistra, urbanisti e comitati pendolari

Un deposito Atac

Un deposito Atac

Domenica 3 giugno i romani saranno chiamati ad esprimersi sul referendum consultivo che chiede la messa a bando del servizio ora di Atac. Le 33 mila firme raccolte la scorsa estate dai Radicali hanno portato a questo voto che sostanzialmente chiede di privatizzare l’azienda di trasporto pubblico ora in concordato fallimentare per un debito stimato in un miliardo e 300 milioni. A poco più di due mesi dal voto parte la mobilitazione sul fronte del No. Nel giro di pochi giorni si stanno costituendo due distinti comitati. Il primo è stato costituito formalmente ieri, si chiama «Mejo de no» ed...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.