closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Assumete quei riders. In Spagna una sentenza shock per Deliveroo

Tribunale dà ragione alla Seguridad Social: gli addetti impiegati a Madrid sono false partite Iva. «Dipendenza assoluta dalla app»

Una protesta dei lavoratori madrileni impiegati da Deliveroo negli ultimi anni

Una protesta dei lavoratori madrileni impiegati da Deliveroo negli ultimi anni

Il mezzo migliaio di riders di Deliveroo a Madrid sono false partite Iva, l’azienda li deve assumere e deve pagargli i contributi prescritti per i lavoratori dipendenti. La sentenza shock è arrivata questa settimana dal Juzgado de lo Social numero 19 di Madrid, che ha dato ragione all’equivalente dell’Inps spagnolo, che dopo un’ispezione approfondita nel 2015 e poi nel 2017 aveva preteso i contributi di tutti i 532 riders (circa 1 milione di euro) che avevano lavorato per Deliveroo fra l’ottobre 2015 e il giugno 2017 nella capitale spagnola. Secondo la Seguridad Social, si tratta di lavoratori dipendenti, mentre l’impresa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.