closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Assistente parlamentare e uomo di Messina Denaro

Mafia. Antonello Nicosia, ex dirigente radicale, è stato arrestato con l’accusa di associazione mafiosa

In tv Antonello Nicosia parlava di legalità e diritti fregiandosi di appartenere ai Radicali italiani, poi, a microfoni spenti ma a microspie accese, bollava Falcone e Borsellino come delle «merde», «vittime di incidenti sul lavoro». Col tesserino di collaboratore parlamentare, ottenuto come assistente della deputata Giuseppina Occhionero (eletta con Leu e ora a Italia Viva), Nicosia entrava e usciva come meglio credeva da Montecitorio, intrattenendo rapporti con gli ambienti politici e partecipando a kermesse di partito: l’ultima sua apparizione alla Leopolda di Renzi. In realtà la sua ammirazione, come emerge dai brogliacci delle intercettazioni, era tutta per Matteo Messina Denaro:...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.