closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Economia

Assalto ai supermercati: +50% di vendite

Corona Virus. A ruba prodotti «secchi» (pasta, pelati, latte), disinfettanti e candeggina. Boom dell'e-commerce. Le aziende: nessun problema nei rifornimenti

Scaffali dei supermercati vuoti per l'assolto dovuto al Corona virus

Scaffali dei supermercati vuoti per l'assolto dovuto al Corona virus

Supermercati presi d’assalto non solo nelle regioni coinvolte dalle restrizioni per il Corona virus. In primis per prodotti alimentari e per l’igiene: soprattutto prodotti «secchi»: pasta, pelati, latte ma anche molti detersivi e prodotti per l’igiene personale e della casa come i disinfettanti e la candeggina. Una psicosi che riporta ai tempi della guerra del Golfo e Chernobyl. Un’ansia che però appare non giustificata: nessun problema, ad esempio, per le scorte dei supermercati nel Lodigiano e nel Piacentino, dice Confcommercio. Ci sono «rifornimenti di merci garantiti ovunque, magazzini che funzionano a pieno ritmo» e «scorte precauzionali ingenti», fa sapere la Coop che ha rilevato «aumenti fino a un +50% di vendite a Milano e Lombardia». Si sta provvedendo inoltre al rifornimento degli articoli maggiormente richiesti (tra questi anche generi alimentari a lunga conservazione oltre a gel disinfettanti e mascherine) «andati rapidamente in esaurimento» anche se rimane la difficoltà di approvvigionamento «contando di poterli riavere in assortimento nei prossimi giorni». Anche i liguri stanno facendo approvvigionamenti straordinari: le vendite nei negozi Coop Liguria tra ieri e oggi sono aumentate del 50% rispetto al normale. Ma anche in questo caso «non c’è alcun motivo». «Abbiamo registrato un fenomeno molto importante di acquisti online e con le aziende ci stiamo attrezzando per recepire quest’aumento molto rilevante della domanda di e-commerce», spiega anche Federdistribuzione assicurando però che, quale che sia il canale di vendita, «non ci sono problemi riguardo ai rifornimenti».


La nostra rivoluzione.

In questi giorni di emergenza abbiamo deciso di abbassare il paywall rendendo il nostro sito aperto, gratuito e accessibile a tutti.
Non avremmo potuto farlo da soli: migliaia di lettori ogni giorno sostengono il manifesto acquistandolo in edicola o abbonandosi on line.

Oltre al giornale di oggi, stiamo lavorando anche a quello del futuro.

Nel 2021 compiremo i 50 anni in edicola e vogliamo far crescere insieme questo esperimento unico di informazione libera, critica e autofinanziata dai lettori.

Vogliamo un sito grande, che rispetti la privacy e metta al centro i lettori. Un sito coinvolgente e partecipato, dove sia possibile informarsi liberamente e “formarsi” come comunità.

Vuoi partecipare alla costruzione del nuovo manifesto?

ACQUISTA L’ABBONAMENTO DIGITALE SPECIALE
3 SETTIMANE A 10 €

entrerai nella “comunità dei lettori” che lavoreranno con noi per disegnare il giornale del futuro

ABBONATI
Scegli una diversa formula di abbonamento | Scopri la campagna