closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Assad promette l’amnistia, Ankara viola la tregua

Siria/Iraq. La cessazione delle ostilità regge e l'Onu pianifica il negoziato per il 9 marzo. L'Isis giustizia 8 jihadisti olandesi disertori a Raqqa e il proprio "ministro" delle Finanze a Mosul. Baghdad lancia la controffensiva a nord della capitale

Siriani a Damasco

Siriani a Damasco

La tregua siriana regge a metà. Governo e opposizioni chiudono ogni giornata con la lista delle reciproche violazioni, ma né Damasco né l’Hnc pensano a metterla in serio pericolo. Chi la viola è la Turchia che, auto-esentatasi dalla cessazione delle ostilità, continua i raid contro i kurdi di Rojava. Ieri a denunciare Ankara è stato il Ministero della Difesa russo: 4 giornalisti stranieri (parte di un gruppo di 33 reporter) sarebbero stati feriti nella provincia di Latakia da missili lanciati dal Fronte al-Nusra dal confine turco. Non è possibile verificare le accuse che si aggiungono alle condanne russe nei confronti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.