closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
DOSSIER Diffamazione

Tenga il resto, buon uomo

Ci sono telefonate che allungano la vita. Pronto? Sono Aldo. Ciao… So che vi serve un furgone. Forse hai sbagliato numero, questo è il manifesto. Eh!, non dobbiamo mica portare le monetine a De Corato? Beh, sì… Il mio carica due tonnellate, vi basta?

Basta, e avanza. Ma adesso fermatevi: tonnellata più tonnellata meno, in pochi giorni abbiamo raggiunto e superato la cifra che dovevamo dare all’ex vice sindaco di Milano (20.320 euro). Straordinario. Aveva vinto una causa per diffamazione accanendosi contro uno di noi, ha perso la partita più importante: ci ha restituito il gusto di tornare a lottare per un obiettivo minimo (togliere dai guai il sottoscritto) che inaspettatamente si è traformato in una battaglia politica. Non per un senso di giustizia astratto, ma per impedire un sopruso. Il messaggio ha colpito nel segno, e non ci capita tutti i giorni.

Come mai tanti lettori si sono entusiasmati per questa singolare campagna? Dare una risposta sola non è così scontato. E presto avremo occasione di riparlarne, perché vogliamo ringraziarvi di persona.

I nostri lettori sono come Aldo, si sono scatenati, hanno saccheggiato i bar a caccia di monetine, si sono messi una mano sul cuore e l’altra sull’Iban, e adesso vogliono andare fino in fondo. Unendo l’utile al dilettevole, ecco un altro miracolo qui in fondo a sinistra.

Cari e care, significa che non è finita qui. Siamo pronti ad accogliere altri chili di vile metallo per divertirci un po’. Dateci una mano, fatevi sentire, esagerate con le idee. Presto Milano si prenderà gioco del forte che straperde col debole.

Pagheremo il conto e lasceremo la mancia dopo una parata divertita, poi ci rinchiuderemo da qualche parte per una festa che più aperta non si può. Tenga il resto, buon uomo.

I commenti sono chiusi.