closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
DOSSIER Senza fine

Macaluso decide lo stop, oggi chiude il Riformista

E’ durata poco la resistenza del Riformista all’ipotesi di chiusura. Ieri il direttore Emanuele Macaluso ha infatti gettato la spugna e annunciato la sospensione delle pubblicazioni. «Tutti i tentativi fatti per salvare il salvabile non hanno avuto esito positivo», scrive in un editoriale pubblicato sul numero in edicola oggi. «L’assemblea dei soci ha, quindi, deciso di affidare a un liquidatore l’amministrazione della cooperativa e di sospendere le pubblicazioni del giornale». La decisione è stata presa ieri a stretta maggioranza, quattro voti contro tre, ed è stata duramente criticata dall’assemblea dei giornalisti che in un comunicato giudica «gravissimo l’atto di liquidazione che, di fatto, rende difficle l’interessamento di possibili acquirenti». Nei giorni scorsi, stando a quanto scrive il direttore, si sarebbero fatto avanti possibili acquirenti, senza però arrivare a nulla di fatto. I redattori chiedono alla Fnsi, al mondo politico, ai collaboratori e ai lettori di non abbandonare il giornale in questa battaglia.