closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
DOSSIER Senza fine

L’Fnsi: “Preoccupazione per il manifesto”

In un comunicato diffuso ieri, La Federazione Nazionale della Stampa Italiana «esprime forte preoccupazione per l’evoluzione della drammatica situazione del manifesto. Dopo la messa in liquidazione coatta amministrativa della società cooperativa editrice del quotidiano – sostiene il sindacato – e la decisione dei commissari di aver optato per la continuità dell’impresa, finalizzata ad un sia pure parziale risanamento, i liquidatori hanno inspiegabilmente interrotto il confronto con il Sindacato dei giornalisti. La gestione provvisoria procede senza indicazioni, i lavoratori non percepiscono le retribuzioni e parte di loro sono sospesi in un limbo».

«Il sindacato dei giornalisti – prosegue la nota – ribadisce la propria disponibilità a riprendere il confronto finalizzato ad un accordo che consenta da un lato la necessaria riduzione del costo del lavoro e dall’altro il mantenimento dei posti di lavoro». Secondo il vicepresidente della Commissione Cultura Vincenzo Vita, «Bene ha fatto la Fnsi ad esprimere grande preoccupazione per la situazione davvero grave in cui versa il Manifesto, quotidiano con tanta storia e di cosi’ alta qualita’ rischia di essere in balia degli eventi». Per Vita, è necessario che i ministeri competenti «battano un colpo per ristabilire il dialogo teso a definire, assieme alle rappresentanze sindacali, un percorso di uscita dalla crisi».