closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
DOSSIER Senza fine

Il liceo Righi si attiva per il manifesto

Dopo che l’iniziativa aveva preso piede già nei licei Tasso e Virgilio, gli studenti del Liceo Righi non potevano perdere l’opportunità di contribuire alla lotta per l’esistenza e la resistenza del giornale. Durante l’assemblea studentesca, tenutasi la mattina del giorno 28 marzo, hanno deciso di proporre il progetto della diffusione agli studenti presenti nel cortile della sede di Via Boncompagni.

Dopo aver allestito un piccolo centro di informazione e di vendita del quotidiano e di libri di vignette di Vauro, il precursore e responsabile dell’iniziativa, lo studente del quarto anno A.M., ha presentato la diffusione militante, spiegando la storia e la condizione odierna del giornale. Gli studenti hanno mostrato subito un particolare interesse per la possibilità di avere il giornale a scuola e si sono radunati intorno al banchetto con domande e richieste.

La vendita delle venti copie ordinate è stata fulminea e la presenza dei libri di vignette di Vauro ha contribuito notevolmente alla raccolta fondi. Quelli che conoscevano già il giornale sono rimasti entusiasti del progetto e quelli che non lo conoscevano erano incuriositi e desideravano saperne di più. Tutti coloro che hanno contribuito volontariamente o tramite l’acquisto di giornale e libri hanno espresso la viva richiesta di ripetere l’iniziativa e, stavolta, con un numero maggiore di copie a disposizione.

Il promulgatore dell’iniziativa, A.M., riporta la sua impressione: “Sono rimasto veramente stupito e colpito dall’interesse generale per il giornale: non mi sarei mai aspettato una così ottima risposta. Mi ha fatto piacere vedere che i ragazzi che compravano il giornale, dopo aver letto alcuni articoli, discutevano tra di loro delle proprie opinioni; da questo punto di vista, la diffusione è stata un successo, in quanto siamo riusciti a far conoscere al maggior numero possibile di studenti il giornale e la situazione attuale del giornalismo e dell’editoria in Italia. Abbiamo firmato tutti quanti una locandina che porteremo alla redazione, per ricordare che il Liceo Righi supporta Il Manifesto”. E continua parlando di una eventuale prossima diffusione “Spero che si possa riproporre e ripetere questa giornata, estendendo la diffusione ad una settimana e con molte più copie. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato, partecipato e contribuito.”