closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

E Ariel Sharon trasformò Arafat in un «bin Laden»

Medioriente. L’acquisto mai avvenuto di 500 tonnellate di uranio in Niger è solo uno dei pezzi del mosaico di falsità allestito da Bush e Blair

Il presidente Clinton con Rabin e Arafat alla cerimonia per la firma degli accordi di Oslo a Washington, il 13 settembre 1993

Il presidente Clinton con Rabin e Arafat alla cerimonia per la firma degli accordi di Oslo a Washington, il 13 settembre 1993

Seppur distante migliaia di chilometri, Yasser Arafat finì risucchiato ugualmente dall’enorme nuvola di polvere e veleni che avvolgeva le macerie delle Torri Gemelle dopo l’11 Settembre. La seconda Intifada palestinese era cominciata a Gerusalemme un anno prima dell’attacco di Al Qaeda e capo del governo di Israele era Ariel Sharon, colui che l’aveva innescata con la sua provocatoria «passeggiata» sulla Spianata delle moschee. Sharon che aveva combattuto con ogni mezzo il leader palestinese per gran parte della sua esistenza e che nel 1982 non aveva esitato a invadere il Libano pur di cacciare via l’Olp dal paese dei cedri, ebbe...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.