closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Aria/Asia, l’incompresa

Cannes 67. Eccessiva ma convincente Asia Argento al Certain Regard con una (quasi) autobiografia dove mescola melò, commedia e citazioni pop

Di Asia Argento mi piace che non sembra avere paura di niente. Non sono tanti i cineasti che oggi rischiano sovraesponendo desideri e impeti emozionali nelle loro immagini senza misurarne col compasso gli effetti. Lei osa, si agita, e come nelle formule magiche alla luna piena con cui la sua piccola protagonista spera di conquistare il cuore del compagno di classe che la ignora, fa danzare insieme i suoi elementi con magnifica sintonia. E soprattutto rischia, e nelle sue avventure ci si butta a capofitto, tocca ogni corda e tono, urla, gestaccio, pianto, seduzione. È eccessiva, sempre, ma con ferreo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi