closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Argentina, la vittoria del miliardario Macrì

Argentina. Primo presidente eletto che non appartiene né al peronismo né ai radicali

«È cambiata un’epoca». Così il candidato delle destre argentine, Mauricio Macri, ha salutato la sua piazza dopo la vittoria. Alle presidenziali di domenica - a cui ha partecipato l'80,89% degli oltre 32 milioni di aventi diritto - il miliardario ha battuto l’avversario kirchnerista Daniel Scioli (anch'egli imprenditore), guidando la coalizione Cambiemos. Scioli, proposto dal Frente para la Victoria (Fpv) ha perso per pochi punti, totalizzando il 48,60% contro il 51,40% di Macri. Quest’ultimo ha confermato una forte presenza in tutti i distretti del centro del paese. Schiacciante la vittoria a Cordoba (71,6% contro 28,4%). Nella provincia di Buenos Aires, di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.