closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Argentina, il Nobel Esquivel scrive al giudice Usa che strozza il paese

Argentina. Fondi avvoltoi

Manifestazione a Buenos Aires per chiedere l'aumento dei salari

Manifestazione a Buenos Aires per chiedere l'aumento dei salari

«Non può mai essere considerato giusto privilegiare il capitale finanziario rispetto alla vita dei popoli». Così scrive Adolfo Perez Esquivel - premio Nobel per la pace argentino - al giudice statunitense Thomas Griesa. La sua lettera si unisce a quella dei vescovi, dei paesi del G-77+ Cina, e alle proteste degli organismi regionali come Unasur, Alba, Celac e a quella dei paesi socialisti e progressisti latinoamericani: dal Venezuela all’Uruguay, dall’Ecuador al Brasile. Il magistrato newyorchese ha sposato la causa dei possessori di fondi speculativi (i fondi avvoltoi), che chiedono al governo argentino di essere rimborsati (pienamente e con gli interessi)...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.