closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Ardita, calcio da paura

Neofascismo. «Calcio sociale» e partecipazione. Così gli «hammers» del quartiere San Paolo rompono l’egemonia dall’estrema destra. Ecco cosa si nasconde dietro l’assalto neofascista di domenica ai tifosi della squadra romana

L'Ardita in campo

L'Ardita in campo

I colori, gialloneri, non lasciano trasparire una particolare coloritura ideologica. I due martelli incrociati nel simbolo rimandano agli «hammers» più noti della storia del calcio, quelli dei cantieri navali londinesi divenuti marchio di fabbrica della "football academy" del West Ham, squadra operaia per eccellenza, e alla sottocultura proletaria degli skins (rossi, antifascisti) dell’East End londinese. Ultras così appassionati e organizzati (gli «arditi») non si sono mai visti su un campetto di terza categoria, ultimo gradino della categoria dilettanti, oltre il quale ci sono solo le partite tra scapoli e ammogliati. Bandiere, fumogeni, slogan e striscioni, perfino una linea di t-shirt...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.