closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Patricio Pron, discorsi campati nell’aria di una frattura amorosa

A una rottura sentimentale, tanto drastica quanto incomprensibile, fa seguito una sequenza temporale scandita dai…

Onetti, sordidi universi urbani abitati da rinunce crudeli

La compattezza interna al corpus delle opere di Juan Carlos Onetti deriva dal ruotare quasi…

Materia di oceani e vulcani, calata nella dolente religiosità dei versi di Gabriela Mistral

Stoccolma, ottobre 1945: l’Accademia di Svezia assegna il Nobel della Letteratura, il primo dopo la…

Ida Vitale, transumanza di parole in versi

Alcuni percorsi intellettuali sembrano segnati dalla fedeltà a temi e forme già ben definiti dall’esordio…

Monge, in fuga dai propri ruoli, guidati dal presentimento

Le omissioni possono essere volontarie o meno, possono essere reati o perdite di memoria o…

Pacheco, versioni del gotico in spazi già scomparsi

È probabile che José Emilio Pacheco debba il suo ruolo defilato alla vocazione di poligrafo che…

Daniel Guebel, una inabitabile utopia peronista in forma di città

Sebbene i suoi romanzi mostrino trame spesso sorprendenti, coniugando ascendenze rioplatensi con spazi narrativi più…