closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Aratori del deserto, cercatori d’oro e inventori di Scec

Eccoci immersi nei gironi dell’inferno, nei deserti sterminati, fissati negli occhi da insetti filiformi o da bradipi prigionieri: siamo nuovamente a Cinemambiente di Torino diretto da Gaetano Capizzi, il festival che si tiene dal 31 maggio al 5 giugno, ideato nel ’98 per portare alla luce, in maniera sistematica, non solo ciò da cui dobbiamo guardarci per non restare avvelenati, ma anche nuovi modelli di vita, la sensibilizzazione a una cultura dell’ambiente. E da quest’anno torna anche l’ingresso libero alla manifestazione che è organizzata dal Museo del cinema e dall’associazione CinemAmbiente, con prtoiezioni in cinque sale oltre al cinema Massimo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi