closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

«Arancia meccanica», Il «de profundis» degli anni ruggenti del capitale

I magnifici 70. L'economista pessimista e l'ecologo catastrofico hanno oggi il loro film: il grande regista americano visto da Rossana Rossanda, 1972

Chi scrive, beninteso, non è andato al festival antidemocratico di Venezia. Dubita fortemente di essere mai tentato da altri, sia pur democratici, festival. Inoltre non capisce niente di cinema, ed è incline a provare al signor Kubrick il temperamento d’un conferenziere piuttosto che d’un regista. Ma, essendosi imbattuto nell'Arancia meccanica in altri lidi, ha trovato stavolta la sua conferenza di grande interesse. Un perfetto de profundis di quella vena di ottimismo, che è stato l’ultimo, e ormai spento, sprazzo degli anni ruggenti del capitale. Il Corriere della Sera, non s’è sbagliato nel reagire con irritazione. Perché il guaio di questo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi