closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Apuane, centomila firme per salvare un bene comune

Movimenti. Presidio di cittadini e associazioni in difesa delle Apuane davanti alla sede del consiglio regionale della Toscana. Al presidente Enrico Rossi sono state consegnate le firme raccolte attraverso una petizione online a difesa delle Alpi Apuane e per la chiusura delle cave

Tra gli anni Settanta e Ottanta, Massa Carrara è stata il teatro della lotta contro il polo chimico e la Farmoplant che diventò parte dell’«educazione sentimentale» alla politica di una generazione apuana, passato il decennio furioso dei movimenti. Oggi, di nuovo, quella terra si fa portatrice di istanze radicali in una lotta che non è solo locale, ma decisamente nazionale: quella contro l'escavazione di marmo sulle Alpi Apuane. Montagne martoriate – come «denti cariati» per citare T. S. Eliot – da una produzione esponenzialmente cresciuta negli ultimi trent'anni grazie alle nuove tecnologie, che si mangiano un costone di montagna in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi