closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Appunti dal preludio a Finnegans Wake

Classici . Dieci abbozzi del 1923, tradotti da Ottavio Fatica, oltre la lettera e a cavallo del suono. Impossibile, tuttavia, pretendere d’indovinarvi il senso dell’ultima opera di Joyce

Nel 1924, due anni dopo la pubblicazione diUlysses, classico immediato del modernismo destinato a indicare una direzione rivoluzionaria alle forme del romanzo, James Joyce mandò alla sua amica e mecenate Harriet Shaw Weaver un quaderno di abbozzi per un altro cantiere letterario appena aperto; era un piccolo sketchbook frammentario ispirato a miti e temi della storia d’Irlanda che in gran parte sarebbe stato destinato poi a riversarsi, con una rielaborazione durata nel complesso sedici anni, nell’opera suprema del dublinese, Finnegans Wake. Ora, questi materiali, pubblicati in giugno dalla casa editrice Ithys Press, sono stati presentati dal loro curatore Danis Rose...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.