closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Approvato negli Usa l’aducanumab, il primo farmaco specifico contro l’Alzheimer

Stati Uniti. Festeggiano i pazienti, ma la comunità scientifica ha molti dubbi sulla sua efficacia. Il farmaco costerà circa 50 mila dollari l’anno.

La Food and Drug Administration (Fda) statunitense ha autorizzato ieri l’uso dell’aducanumab, il primo farmaco specifico contro il morbo di Alzheimer. La storica autorizzazione, tuttavia, è accolta con molti dubbi dagli scienziati alla ricerca di una cura contro la malattia, che colpisce 600 mila persone in Italia e 47 milioni nel mondo. Entro l’anno, anche l’Agenzia europea del farmaco dovrà esprimersi sull’aducanumab. Il farmaco consiste in un anticorpo attivo contro una proteina detta «beta-amiloide», che nei malati di Alzheimer si accumula nel cervello. Secondo una delle teorie più accreditate, sono le placche della proteina a provocare i danni cerebrali connessi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi