closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Antonio Freiles, una vita tra pittura e libri d’artista

Ritratti. Astrattista per vocazione, amava la fragilità della carta. Nella sua collezione di volumi «d'autore» oltre 500 esemplari che attraversano tutto il Novecento

Antonio Freiles

Antonio Freiles

Il culto dell’ego, una potente dose di narcisismo, aggressività, cinismo: sfogliando le pagine delle non poche pubblicazioni oggi dedicate a come diventare artisti, non di rado a firma di illustri critici e curatori, si ha la sensazione che tra le righe affiori la raccomandazione a tramutare quei vizi in virtù. Antonio Freiles, scomparso a causa del Covid-19 lo scorso 28 luglio, è stato uno dei non pochi uomini d’arte e di cultura che rischiano di passare inosservati proprio perché lontani da certa forma mentis. Praticava l’arte in quanto espressione di pensiero e veicolo di cultura. [caption id="attachment_519143" align="aligncenter" width="1170"] Part....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.