closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Antonella Anedda, se lo spazio e il mondo ci consolano del tempo

SCAFFALE. «Geografie», l’ultimo libro appena edito da Garzanti, è un viaggio in prosa e poesia tra luoghi ed esperienze. Riferimenti anche alla attuale pandemia, nella solitudine umana e del dolore

Antonella Anedda, foto LaPresse

Antonella Anedda, foto LaPresse

Delle molte isole che compaiono sulla faccia della terra bisogna avere sguardo per poterne parlare. Esserci immersi o averne abitata una, almeno una volta. Per esempio dal Giappone alla Sardegna, dall’Islanda alla Corsica o a Rodi, l’occhio è di chi sa cosa significhi essere in una esposizione, con le differenze materiali per ciascun contesto, in un’isola non accade ciò che invece si configura nel Continente che – come suggerisce il termine – contiene. Da una parte ogni strada ha un epilogo marino, nel continente no. Negli arcipelaghi non sempre. LO SA BENE Antonella Anedda che ha a cuore le proprie...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi