closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Antiterrorismo finanziato con i soldi dei migranti

ROMA. Al parlamento la relazione dei servizi segreti sulla sicurezza

Paolo Gentiloni

Paolo Gentiloni

Il governo fa pagare ai migranti la lotta al terrorismo internazionale. Quasi 15 milioni di euro presi dal Fondo destinato all’accoglienza e all’asilo di quanti arrivano sulle nostre coste e dirottati per finanziare l’aumento di 1.800 soldati da impiegare nell’operazione Strade sicure, come previsto dal decreto approvato nei giorni scorsi da Palazzo Chigi. Ed è proprio in quel provvedimento, all’articolo 5, che è inserito l’inedito prelievo. Nel testo si prevede infatti l’aumento da 3.000 a 4.800 del numero dei militari utilizzati per la sorveglianza di obiettivi sensibili considerati possibili bersagli di un attentato. Per questo sono previsti 29.661.258 euro che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.