closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Anticorpi monoclonali, l’Aifa sotto assedio per l’approvazione

Vax pensiero. Il virologo Silvestri chiede le dimissioni del direttore generale Nicola Magrini. Ma sulla terapia mancano ancora dati certi. E dopo le pressioni della politica sul vaccino AstraZeneca l’agenzia ribadisce: “preferenziale” nella fascia di età 18-55 anni in buona salute

Vaccinazioni in una Rsa, in basso direttore generale dell’Aifa Nicola Magrini

Vaccinazioni in una Rsa, in basso direttore generale dell’Aifa Nicola Magrini

È vero che la cura contro il Covid-19 esiste, e se non è disponibile è colpa del Direttore Generale dell'agenzia italiana del farmaco (Aifa) Nicola Magrini? È quanto sostengono diversi medici e scienziati molto attivi sui media. La terapia negata è quella a base di anticorpi monoclonali destinati ai pazienti con sintomi lievi: in diversi paesi europei, sull’esempio degli Usa, sono già in uso. In Italia, l’Aifa finora non ha dato il via libera. IL PIÙ VEEMENTE contro Aifa è Guido Silvestri, virologo italiano in forze alla Emory University di Atlanta (Usa) assai impegnato su Facebook: «La posizione del Dg...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi