closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Anti corruzione, Salvini promette e media

Giustizia. La rabbia di Di Maio per i franchi tiratori leghisti che hanno "macchiato" la legge bandiera dei 5 Stelle ottiene l'impegno che il provvedimento sarà approvato entro l'anno. Dovrà però farsi strada in un calendario affollatissimo. Il capo grillino ottiene solo che Conte e i ministri presidino l'aula, e il ministro dell'interno ne approfitta per contrattare con Forza Italia modifiche gradite al Corroccio

Deputati corrono a votare gli emendamenti al disegno di legge anti corruzione

Deputati corrono a votare gli emendamenti al disegno di legge anti corruzione

La tregua si salda su una promessa. La «pugnalata alle spalle» della Lega ai 5 Stelle - l’aggiunta al disegno di legge anti corruzione, con voto segreto alla camera, di un emendamento utile ai parlamentari nei guai con i processi per peculato (diversi leghisti eccellenti, ma non solo) - viene ripagata con l’impegno ad approvare il provvedimento «bandiera» dei grillini «entro dicembre». Correggendolo al senato e riportandolo poi alla camera per il sì definitivo. Secondo le fonti 5 Stelle l’ultima crisi nella maggioranza è stata la più violenta dalla nascita del governo; Di Maio ha convocato i parlamentari per raccontare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi