closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Anpal, il futuro delle politiche attive in Italia è precario

Jobs Act. Sit-in di protesta nelle sedi dell’agenzia nazionale delle politiche attive (Anpal), la "seconda gamba del Jobs Act". La giornata è stata ribattezzata «Unemployed day»: il giorno dei disoccupati. In 800 senza contratto e senza futuro. I loro contratti sono in scadenza. La proposta è di rinnovarli fino a luglio, ma loro chiedono di essere stabilizzati come sta accadendo per i precari nella Pubblica amministrazione

Oltre il 70% dei lavoratori dell'agenzia nazionale delle politiche attive (Anpal) sono precari con contratti a tempo determinato e collaborazioni. E inizieranno a scadere da marzo. Proprio loro che dovrebbero coadiuvare i centri per l'impiego (anch'essi popolati da almeno 2 mila precari) i disoccupati e i precari a trovare un lavoro o ad affrontare i programmi di ricollocazione, come nel caso degli oltre 1600 licenziati Almaviva. Ieri hanno protestato in città come Firenze, Napoli, Roma, Bari con un'iniziativa dal titolo programmatico: «Unemployed day». Da un colloquio con il responsabile delle risorse umane di quello che è considerato la "seconda gamba...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.