closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Anno santo e ricco

Giubileo. Con il decreto «happy days» il governo stanzia 200 milioni per Roma e per il grande evento sacro, 50 per Bagnoli, 150 per la Terra dei fuochi. Ma niente dream team, decide Renzi. Con la commissione bilaterale. L’ex sindaco Marino: «Prima niente soldi, ora cosa è cambiato?» Vaticano soddisfatto anche sulla sicurezza

Il prefetto di Roma, Franco Gabrielli, e il commissario prefettizio, Francesco Paolo Tronca

Il prefetto di Roma, Franco Gabrielli, e il commissario prefettizio, Francesco Paolo Tronca

Tutto sotto il suo controllo, ora gli «happy days» possono cominciare. Matteo Renzi annuncia «12 novità cruciali, buone notizie che aspettiamo da tempo» e vorrebbe coniare un apposito hashtag per l’occasione. Ma dal cilindro tira fuori soprattutto la quadra al caos dei due commissari messi a tiro incrociato sulla Capitale e accontenta pure il prefetto Franco Gabrielli che di dream team e poteri speciali da accollarsi per trasformare l’Anno santo in un nuovo «successo Expo» non ne voleva proprio sapere. A gestire i 200 milioni stanziati ieri «per Roma e per il Giubileo» con il decreto legge approvato in Consiglio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi