closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Anm: sì a modifiche alla prescrizione

Giustizia. I magistrati vanno incontro alla nuova ministra. Il presidente Santalucia: quella di Bonafede è stata una riforma a metà, avvertiamo l'ingiustizia di un imputato abbandonato a tempi indefiniti

Il presidente dell'Associazione nazionale magistrati Giuseppe Santalucia

Il presidente dell'Associazione nazionale magistrati Giuseppe Santalucia

«Avvertiamo l’assoluta iniquità di un imputato abbandonato ai tempi indefiniti del processo». Il segnale che arriva dal nuovo presidente dell’Associazione nazionale magistrati, Giuseppe Santalucia, è forte e chiaro per la nuova ministra della giustizia Marta Cartabia. La magistratura associata italiana allenta la difesa strenua della riforma dell’ex ministro Bonafede, quella che nella legge «spazzacorrotti» aveva cancellato la prescrizione dopo la sentenza di condanna di primo grado, dirottando gli imputati sul binario di un processo eterno. Quella riforma, spiega adesso Santalucia, «è una riforma a metà», perché «lasciava morire la prescrizione con la sentenza di primo grado ma poi non creava...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi