closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Ankara alle strette: ondata di arresti e raid contro l’Isis

Turchia. Dopo l'attacco kamikaze contro l'aeroporto di Istanbul, il governo ha lanciato operazioni in tutto il paese per individuare cellule islamiste, lasciate proliferare in passato. Presa di mira "l'autostrada del Jihad" nel nord della Siria

Il presidente turco Erdogan

Il presidente turco Erdogan

Non stupisce che i tre terroristi autori del triplice attentato kamikaze, avvenuto martedì sera all’aeroporto Atatürk di Istanbul, siano del Caucaso e dell’Asia centrale: un daghestano, un uzbeko e un kirghiso. Istanbul è storicamente meta di rifugiati caucasici. È noto che interi battaglioni di jihadisti ceceni sono entrati in Siria proprio attraverso la Turchia. Salih Muslim, copresidente dei kurdi-siriani del Partito dell’Unione democratica Pyd, recentemente aveva descritto in una intervista le modalità con le quali i jihadisti ricevevano assistenza da gruppi operanti in Turchia, che li accoglievano all’aeroporto di Istanbul e li accompagnano fino al confine con la Siria. I caucasici avevano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.