closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Andrea Motis, il jazz è giovane

Note sparse. Con «Emotional Dance», album inciso per la storica etichetta Impulse, debutta l’artista catalana. Canta e suona tromba e sassofono con la sicurezza di una veterana e uno stile decisamente personale

Andrea Motis

Andrea Motis

Impressiona la sicurezza, la pulizia nell'esecuzione e il fraseggio. Non una nota fuori posto. L’appena ventunenne Andrea Motis – da Barcellona, ha tutti i numeri per diventare la prossima «big thing» grazie a uno stile personale che affianca alla riproposizione degli standard classici del jazz, un linguaggio tipicamente pop. Emotional Dance (edito per la Impulse, per intenderci l'etichetta per la quale hanno inciso in passato John Coltrane, Milt Jackson, Art Blakey...) rappresenta il suo debutto: quattordici brani, dieci classici scelti setacciando il songbook internazionale fra i capolavori dei sommi maestri: Cole Porter (You'd be so nice to come home to),...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi